Barcellona, l'arrestato: "Obiettivo era esplosione in Sagrada Familia"
Mohamed Houli Chemlal ha dichiarato davanti ai giudici che l'intenzione iniziale del gruppo era compiere un attentato di maggiori dimensioni

Il 21enne Mohamed Houli Chemlal, sopravvissuto all'esplosione accidentale di Alcanar e tra i membri della cellula terroristica legata agli attacchi di Barcellona e Cambrils, ha dichiarato davanti ai giudici che l'intenzione iniziale del gruppo era compiere un attentato di maggiori dimensioni, utilizzando esplosivi. Lo hanno riferito i media spagnoli, citando fonti giudiziarie. L'uomo in tribunale a Madrid ha anche confermato l'identità dei membri della cellula terroristica.

LEGGI ANCHE Francia: "Non sapevamo di cellula". Salme vittime in Italia

Ha dichiarato in tribunale che l'obiettivo iniziale avrebbe dovuto essere la Sagrada Familia. Lo ha riferito la Vanguardia, citando fonti giuridiche. L'arrestato davanti ai giudici di Madrid ha detto che l'intenzione era di compiere un grande attentato con esplosivo, hanno riferito i media.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata