Bangladesh, in fiamme un palazzo a Dacca: almeno 17 morti, decine di dipendenti bloccati

L'incendio è scoppiato in un palazzo di 22 piani. Il  bilancio potrebbe essere destinato a peggiorare

Un incendio è scoppiato in un palazzo di 22 piani a Dacca, capitale del Bangladesh, causando almeno 17 vittime. Un bilancio probabilmente destinato ad aggravarsi dal momento che c'è il timore che alcuni dipendenti della struttura siano rimasti intrappolati dalle fiamme. Le autorità locali spiegano che diverse persone sono morte saltando giù dal 19esimo piano, l'ultimo, mentre altre due pare siano morte a causa delle fiamme. Decine di persone sono attualmente in ospedale.

"Diciannove squadre dei vigili del fuoco stanno lavorando sul posto e anche l'aviazione e la marina del Bangladesh si sono unite alla lotta contro le fiamme", ha detto Mohammad Russel, capo della sala di controllo centrale dei vigili del fuoco di Dacca. Le cause dell'incendio non sono ancora note. Le immagini diffuse sui social network mostrano fiamme e fumo nero che si sollevano dalla parte esterna dell'edificio, sotto gli sguardi preoccupati di una folla di passanti che si riunita in strada. Gli elicotteri continuano a scaricare acqua sulla torre in fiamme.

I dipendenti bloccati sui piani hanno chiesto aiuto, secondo le immagini trasmesse in televisione. "Quando ho sentito che era scoppiato un incendio all'interno dell'edificio, mi sono affrettato a uscire", ha detto all'Afp, Shoikot Rahman, un dipendente che lavora nel palazzo. "Molti dei miei colleghi sono ancora bloccati in ufficio", ha aggiunto. Incendi e crolli di edifici sono comuni in Bangladesh, paese dell'Asia meridionale di 160 milioni di abitanti, a causa della frequente inosservanza delle misure e degli standard di sicurezza. Il mese scorso, un appartamento devastato dal fuoco nella vecchia città di Dhaka dove erano state immagazzinate sostanze chimiche illegali, ha causato circa 70 vittime.


 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata