Bangladesh, arrestato vicino India proprietario palazzo crollato

Savar (Bangladesh), 28 apr. (LaPresse/AP) - Il proprietario dell'edificio di otto piani crollato mercoledì a Dacca, in Bangladesh, è stato arrestato vicino al confine con l'India. Si tratta di Mohammed Sohel Rana, che era ricercato da ieri; sua moglie era stata fermata per interrogatori in modo da esercitare pressioni su di lui. A riferire dell'arresto è il sottosegretario per le Amministrazioni locali, Jahangir Kabir Nanak. L'uomo, che in base alle notizie emerse nei giorni scorsi è un leader locale del fronte giovanile del partito al potere, la Lega popolare bengalese (Awami League), è stato fermato vicino al varco di Benapole lungo il confine con lo Stato del Bengala occidentale. Ora il proprietario verrà trasportato in elicottero nella capitale Dacca. L'annuncio dell'arresto è stato dato con gli altoparlanti anche sul luogo del crollo, dove la gente ha applaudito e festeggiato. Il bilancio del crollo è al momento di 362 morti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata