Bambini incitati da Isis lapidano coppia accusata di adulterio
Da giugno 2014 sono 4.225 le persone uccise in esecuzioni da parte dello Stato islamico

Alcuni bambini siriani, incoraggiati da combattenti dello Stato islamico, hanno lapidato a morte in Siria un uomo e una donna accusati di commettere "adulterio" nella provincia nordorientale di Deir al Zor. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani. Le vittime sono state lapidate nella piazza Al Yaradeq  della città di Deir al Zor.

LEGGI ANCHE Isis, accusata di adulterio: donna lapidata dai militanti in Siria

A febbraio scorso l'Isis ha lapidato due donne accusate di commettere adulterio in una piazza di Deir al Zor, città che è divisa in quartieri dominati dallo Stato islamico e altri sotto il controllo delle forze del regime siriano. Nelle zone che controllano, i jihadisti impongono una visione radicale della legge islamica e punizioni rigide a chi contravviene alle norme, come decapitazioni, lapidazioni e crocifissioni. In Siria sono 4.225 le persone uccise in esecuzioni da parte dell'Isis da quando a giugno 2014 il gruppo ha dichiarato il califfato sul territorio sotto il suo controllo a cavallo fra Siria e Iraq.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata