Austria al ballottaggio: favoriti ultranazionalisti
Seggi aperti dalle 7 alle 17 per la sfida tra Van der Bellen e Hofer

Alle 7 di questa mattina si sono aperti i seggi in Austria con due candidati che si contendono la presidenza: l'ecologista Alexander Van der Bellen e l'ultra-nazionalista Norbert Hofer, rivali in quella che è stata definita l'elezione più contesa degli ultimi 70 anni. Circa 6,4 milioni di cittadini con più di 16 anni sono chiamati oggi alle unre per eleggere il nono capo di Stato austriaco del 1945. I seggi chiuderanno alle 17 e i risultati sono attesi poco dopo.

Norbert Hofer, 45 anni, del Partito della Libertà (Fpo, la formazione euroscettica fondata da Jorg Haider), parte con il vantaggio derivato dalla chiara e inattesa vittoria al primo turno, lo scorso 24 aprile, con il 35% dei voti.

Il secondo candidato è l'ambientalista Alexander Van der Bellen, un economista di 72 anni che tra il 1997 e il 2008 ha guidato il partito ecologista e progressista dei Verdi: oggi in lui si riversano le speranze di coloro che cercano di evitare l'arrivo dell'estrema destra al potere.

Secondo i sondaggi, il ballottaggio di oggi sarà particolarmente incerto perchè la gran parte dell'elettorato deciderà il suo voto all'ultimo momento. Per la prima volta dalla fine della Seconda guerra mondiale i candidati non appartengono a nessuno dei due grandi partiti tradizionali, la socialdemocrazia e i conservatori.

FRONTE BRENNERO. Mentre oggi si decide la presidenza, da martedì l'Austra schiererà 80 agenti al valico del Brennero da martedì, per contrastare l'aumento nel numero di migranti che dall'Italia si dirigono verso nord. Lo ha dichiarato il governatore del Tirolo, Günther Platter, citato dai media austriaci. Platter ha sottolineato un aggravamento della situazione al confine, dicendo di averne parlato con il ministro dell'Interno Wolfgang Sobotka che, ha affermato, gli ha proposto il dispiegamento addizionale al valico. "Non accetterò che gli italiani distribuiscano pillole tranquillanti sui presunti controlli, mentre il numero di ingressi illegali cresce di nuovo", ha affermato Platter.  Un tema, quello dell'immigrazione, centrale per il Paese e che sarà determinante nell'esito del ballottaggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata