Sydney, il grattacielo scricchiola: tremila evacuati dalla Opel Tower

Migliaia di persone scese in strada: un rifugio temporaneo è stato allestito in una struttura vicina

"Un forte crack" da una torre di 38 piani e subito tremila persone vengono evacuate. È accaduto a Sydney, alla vigilia di Natale, nella Opal Tower, che ospita numerosi appartamenti. Migliaia di persone sono state evacuate sia dal grattacielo sia dagli edifici vicini: è stato detto loro di andare via, mentre gli ingegneri indagano sul movimento dell'edificio di "uno o due millimetri" che è stato registrato.

"La polizia ha ricevuto una telefonata che segnalava un forte scricchiolio al decimo piano dell'edificio che si trova dietro di noi", spiega un responsabile dei servizi di vigili del fuoco e soccorsi del New South Wales, Greg Wright. "Mi è stato detto dagli ingegneri che l'edificio si è spostato di uno o due millimetri, ha detto ai giornalisti un responsabile degli investigatori, Philip Rogerson.

La Opal Tower si trova nell'Olympic Park di Sydney, complesso di recente costruzione, e secondo la testata Abc è stata aperta quest'anno e ospita 392 appartamenti. "Siamo consapevoli delle preoccupazioni sorte in relazione all'edificio Opal e confermiamo che il costruttore è stato informato", ha riferito la società immobiliare ad Abc. Non è chiaro quando ai residenti sarà consentito di tornare nell'edificio e un rifugio temporaneo è stato allestito in una struttura vicina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata