Australia, 8 bambini trovati morti in casa, la madre ha ferite da coltello

Sydney (Australia), 19 dic. (LaPresse/AP) - Otto bambini di età compresa fra 18 mesi e 15 anni sono stati ritrovati morti in Australia all'interno di una casa di Manoora, un sobborgo di Cairns, nel nord del Paese, insieme a una donna di 34 anni con ferite d'arma da taglio al petto. Lo riferiscono la polizia e il servizio di ambulanze dello Stato del Queensland. Gli agenti hanno fatto la scoperta intervenendo a seguito di una segnalazione di una donna gravemente ferita; la giovane adesso è ricoverata in ospedale ed è in condizioni stabili. L'ispettore Bruno Asnicar spiega che al momento non è chiaro come i bambini siano stati uccisi.

La polizia ritiene che la donna trovata ferita sia la madre di sette degli otto bambini e che l'ottavo bambino sia comunque un parente. Precedentemente Lisa Thaiday, che dice di essere la cugina della 34enne ferita, aveva riferito che i bambini erano tutti fratelli e la donna è la madre. Thaiday ha detto che a fare la scoperta è stato un altro fratello, un uomo di 20 anni, che tornando a casa ha trovato i fratelli e le sorelle morti. "Adesso andrò a vederlo, ha bisogno di conforto", ha detto Thaiday, aggiungendo poi: "Siamo una grande famiglia, non riesco a crederci, abbiamo appena saputo di quei poveri bambini".

"Per come stanno le cose al momento, i cittadini non devono avere preoccupazioni, salvo il fatto che si tratta di un evento tragico", ha detto l'ispettore Asnicar, aggiungendo che "la situazione è ben sotto controllo e non ci sono preoccupazioni per nessun altro fuori di qui". Non è ancora stato identificato nessun sospettato ma gli agenti stanno parlando con diverse persone, ha spiegato ancora. Il commissario capo facente funzioni, Russell Miller, riferisce che le autorità ritengono si tratti di un incidente isolato e che non c'è alcuna minaccia per il resto della comunità. Gli inquirenti stanno parlando con i vicini di casa e decine di agenti di polizia sono nell'appartamento mentre fuori una folla di residenti, molti in lacrime, resta dietro le barriere di polizia. "Questi eventi sono estremamente dolorosi per tutti e i poliziotti non sono immuni, siamo esseri umani", ha detto Asnicar. La strada è stata recintata e la zona resterà isolata almeno fino a domani.

La tragedia giunge mentre l'Australia è ancora sotto shock dopo l'assedio di questa settimana in un bar di Sydney, dove un uomo armato ha fatto irruzione prendendo in ostaggio 18 persone. Alla fine la crisi degli ostaggi si è conclusa con due morti, uno dei quali il sequestratore, dopo che la polizia ha fatto irruzione nel bar 16 ore dopo il sequestro. "Le notizie che giungono da Cairns sono strazianti", ha commentato il primo ministro Tony Abbott. "Tutti i genitori proverebbero una tristezza lancinante per quanto è successo. È un crimine indicibile, questi sono giorni difficili per il nostro Paese", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata