Attesa piena Senna a Parigi: spostate opere del Louvre
Cresce la paura anche in Germania: per le inondazioni salgono a sei le vittime in Baviera

Situazione ancora critica in Francia e Germania dove le inondazioni stanno causando morti e disastri, sia nella zona di Parigi, sia in Baviera. In Germania il bilancio dei morti è salito a sei persone, nella capitale francese, invece, si attende la piena della Senna.

Un nuovo picco delle acqueè previsto per questa sera fino a 6,30 metri, anche se gli esperti temono possa arrivare fino a 6.50. Lo ha annunciato il ministero dell'Ambiente in una nota citata da Le Monde. "Si segnala che è atteso un nuovo picco, e questo livello elevato delle acque potrebbe rimanere stabile per tutto il fine settimana prima di iniziare a diminuire - si legge nella nota - La recessione delle acque sarà molto più lenta rispetto alla crescita di queste ore e questo sarà il punto chiave da gestire".
 

Il Louvre e il Musée d'Orsay di Parigi hanno provveduto a spostare le opere d'arte conservate nei seminterrati mettendole in sicurezza in attesa della piena prevista per oggi a causa delle forti piogge che stanno interessando la capitale francese e l'Ile-de-France e che hanno già causato la morte di due persone nei giorni scorsi. A sud di Parigi l'alluvione ha costretto migliaia di persone a evacuare le proprie case e decine di scuole sono rimaste chiuse.

 "Per i musei, anche se al momento per fortuna i magazzini non sono stati allegati, vi è un processo automatico di spostamento delle opere nei piano interrati sopra i 5.50 metri di altezza delle acque", ha spiegato Bruno Julliard, vicesindaco di Parigi, precisando che le opere nei due musei che si affacciano sulla Senna non sono a rischio. Nel frattempo però alcune strade che corrono lungo il fiume sono completamente allagata e la linea della metropolitana è stata chiusa. Esperti prevedono che la Senna potrebbe toccare oggi il picco dei 6 metri nel centro di Parigi, ma sottolineano però che questo è ancora ben al di sotto del livello massimo di minaccia per i residenti e le imprese. Il fiume ha infatti raggiunto il livello record di 8,6 metri nel 1910, quando migliaia di parigini hanno dovuto abbandonare le zone più basse della città.

 La ministra dell'Ambiente, Ségolène Royal, ha dichiarato all'emittente France 2 che le inondazioni potranno richiedere diverse settimane per placarsi. Ma soprattutto, "con il successivo abbassamento delle acque potrebbero emergere delle vittime", ha dichiarato la ministra.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata