Attesa per annuncio onde gravitazionali di Einstein
La comunità scientifica è in attesa del possibile annuncio sulle onde, la cui esistenza è stata teorizzata un centinaio di anni fa da Albert Einstein

 La comunità scientifica è in attesa del possibile annuncio sulle onde gravitazionali, la cui esistenza è stata teorizzata un centinaio di anni fa da Albert Einstein e la cui scoperta riuscirà a far comprendere meglio l'origine dell'universo. L'attesa è fino alle 16,30 (ora italiana) di oggi quando un gruppo di scienziati degli istituti di tecnologia della Califormia (Caltech) e del Massachusetts (Mit) terranno una conferenza stampa per annunciare, presumibilmente, di essere riusciti a osservare - grazie al Laser Interferometer Gravitational-wave Observatory (LIGO) -  le increspature nel tessuto dello spazio-tempo prodotte da due buchi neri in collisione.

 

Ligo è infatti la sigla di un esperimento internazionale che dal 2004 cerca di rilevare in modo diretto le onde, della cui esistenza si hanno già prove indirette. Le cosiddette onde gravitazionali sono ondulazioni prodotte nelle spazio-tempo da contaminazioni molto violente come l'esplosione di una supernova o la fusione di due buchi neri, che si propagano in tutto lo spazio. La teoria degli scienziati sostiene che queste onde abbondino e trasportino informazioni riguardo i fenomeni che diedero origine al Big Bang, da cui nacque l'universo. Se l'esistenza delle onde fosse confermata, sarebbe una delle più grandi scoperte scientifiche del nostro tempo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata