Attentato in Siria, Mosca difende Assad
Anche Mosca si schiera con Damasco: "Le armi chimiche erano in un arsenale dei ribelli colpito in un raid aereo", la versione fornita dal ministero della Difesa russo. Ed è la risposta alla comunità internazionale che punta il dito contro il regime di Assad per l'attacco con gas tossici nella provincia siriana di Idlib. Almeno 72 i morti tra cui 20 bambini. Oggi si riunisce d'urgenza il consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Casa Bianca sicura che dietro questa azione ci sia il governo di Damasco e Trump attacca anche il suo predecessore, Barack Obama: "E' la conseguenza della debolezza della passata amministrazione".