Attentato a Londra, identificato l'aggressore

Si chiamava Usman Khan e aveva 28 anni, era in libertà dopo aver scontato sei anni per reati di terrorismo

Si chiamava Usman Khan e aveva 28 anni l'attentatore che ieri sul London Bridge, nella capitale britannica, ha accoltellato diversi passanti, uccidendone due e ferendone altri tre, prima di essere ucciso a sua volta dalla polizia. Khan era stato rilasciato in libertà vigilata lo scorso anno, dopo aver scontato sei anni per reati di terrorismo. Secondo diversi media britannici, l'uomo era legato a gruppi di matrice islamica e indossava un braccialetto elettronico alla caviglia. "Data la natura dell'incidente siamo in condizione di dichiarare che è stato un incidente terroristico, aveva comunicato Scotland Yard già nelle ore successive all'attacco.

Cordoglio della Regina Elisabetta per le due vittime, un uomo e una donna, e i tre feriti. La sovrana ha rivolto "pensieri, preghiere e le più profonde condoglianze ai loro cari" ringraziando chi ha rischiato la vita per neutralizzare l'aggressore.