Attentati in Egitto, da oggi in vigore lo stato di emergenza
Durerà tre mesi: ieri gli attacchi contro due chiese e 44 vittime

Il governo egiziano ha approvato lo Stato di emergenza nel Paese per tre mesi, dopo che ieri attentati contro due chiese a Tanta e Alessandria hanno ucciso almeno 44 persone. La misura è stata annunciata in tv dal presidente Abdel Fattah al-Sisi. Lo Stato di emergenza entra in vigore alle 13 odierne e dovrà essere approvato dal Parlamento entro sette giorni. Al-Sisi, ha riferito l'emittente al-Ahram online, nella notte ha anche annunciato la creazione di un Consiglio supremo per combattere terrorismo ed estremismo.

 "Le forze armate e di polizia faranno quanto necessario per affrontare le minacce del terrorismo e del suo finanziamento, per mantenere la sicurezza in tutto il Paese, per proteggere la proprietà pubblica e privata e le vite dei cittadini", ha affermato una nota del governo. Al-Sisi aveva annunciato ieri sera che lo stato di emergenza sarebbe stato imposto, dopo aver ordinato all'esercito di dispiegarsi immediatamente per contribuire alla sicurezza delle infrastrutture vitali.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata