Attentati di Parigi, per gli inquirenti gli attentatori sono stati coordinati dal Belgio

Parigi (Francia), 30 dic. (LaPresse) - Gli attentati del 13 novembre a Parigi sarebbero stati coordinati in tempo reale via sms dal Belgio. Lo ha rivelato Le Monde, citando documenti degli inquirenti che parlano di "un triplice coordinamento" dei tre commando. Ad aprire questa pista è stato un sms nel telefono ritrovato in una pattumiera fuori dalla sala concerti Bataclan, inviato alle 21.42, poco prima dell'attacco. Il testo affermava: "Si parte, si comincia". Il destinatario si trovava in quel momento in Belgio.

Questa linea telefonica è stata attiva dalle ore 22.24 del 12 dicembre, spiega la testata francese, ed è stata disattivata poco dopo aver ricevuto quel messaggio. Nel frattempo, sono stati 25 gli sms scambiati esclusivamente con il Samsung ritrovato nella pattumiera. Un altro numero belga che diffondeva segnale dalla stessa zona in Belgio è stato in contatto per tutta la sera con Abdelhamid Abaaoud, ritenuto il coordinatore degli attacchi. Gli inquirenti, quindi, hanno dedotto che almeno una persona abbia coordinato gli attentati dal Belgio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata