Attentati Catalogna, la mente era un informatore dei servizi segreti
La rivelazione di El Pais, confermata da Madrid. Si tratta dell'Imam di Ripoll: Abdelbaki Es-Satty

L'imam di Ripoll, mente degli attentati di Barcellona e Cambrils del 17 agosto scorso, è stato un informatore del Cni, i servizi segreti spagnoli. La rivelazione arriva dal quotidiano El Pais ed è stata confermata da Madrid. 

Abdelbaki Es-Satty era entrato in contatto con gli 007 a Castellon nel 2014, dove scontava una perna per traffico di droga. Non è chiaro quanto sia durata la 'collaborazione', nè se e quanto sia stata pagata.

Il pomeriggio del 17 agosto un van ha investito i passanti sulla Rambla, uccidendo 13 persone, tra cui anche 3 italiani. L'attacco, seguito nella notte da un nuovo attenttao a Cambrils, è stato rivendicato dall'Isis. Un biglietto dello stato Islamico è stato trovato anche in una casa ad Alcanar, identificato poi come il covo della cellula jihadista, dove ha perso la vita anche l'imam. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata