Attacchi di Parigi, due persone arrestate in Austria: si fingevano profughi siriani

Vienna (Austria), 16 dic. (LaPresse/Reuters) - Due uomini sono stati arrestati in Austria in connessione con gli attentati del 13 novembre a Parigi. Lo riferiscono i media austriaci. Secondo il quotidiano Kronen-Zeitung, si tratta di due cittadini francesi entrati in Austria, a Salisburgo, a ottobre assieme ad alcuni membri della cellula che ha compiuto gli attacchi. Il giornale afferma che i due avevano falsi passaporti siriani e avevano viaggiato dalla Grecia attraverso i Balcani fino in Austria assieme ai centinaia di migranti in cerca di rifugio in Europa. I due francesi, di origine algerina e pakistana, sono stati interrogati dalle autorità francesi e austriache, scrive il giornale.

LA PROCURA DI SALISBURGO INDAGA. "Due persone arrivate dalla regione mediorientale sono state arrestate durante il fine settimana in residenze dedicata ai rifugiati con l'accusa di appartenere a un'organizzazione terroristica", ha dichiarato Robert Holzleitner, un portavoce della Procura di Salisburgo. "Stiamo ora verificando le prove che suggeriscono una connessione con gli attentati di Parigi", ha aggiunto.
Secondo i media austriaci, i due sono stati individuati sulla base delle informazioni fornite da un servizio di intelligence straniero.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata