Allarme rientrato dopo l'esplosione del gasdotto in Austria
(LaPresse) Il governo italiano ha revocato lo stato di emergenza per le forniture di gas, riprese regolarmente dopo l'esplosione avvenuta nel gasdotto di Baumgarten, in Austria, uno dei principali snodi di distribuzione verso l'Europa. Un morto e 21 feriti il bilancio dell'incidente. Le misure di sicurezza avevano bloccato le consegne dalla Russia verso l'Italia, facendo schizzare i prezzi in tutta l'Eurozona. Secondo le prime stime il blocco delle forniture durante l'intera giornata ha portato a una maggiorazione dei costi di circa 120 milioni di euro.