Algeria, ucciso leader di gruppo che decapitò ostaggio Gourdel

Algeri (Algeria), 23 dic. (LaPresse/AP) - L'esercito dell'Algeria ha ucciso Abdelmalek Gouri, il leader del gruppo Jund al-Khilafah responsabile della decapitazione dell'ostaggio francese Herve Gourdel, ucciso a settembre dopo il suo rapimento sui monti Djurdjura. Lo riferisce il ministero della Difesa algerino spiegando che l'uomo è stato ucciso con due collaboratori in un'operazione militare a Boumerdes, a est della capitale Algeri.

Il gruppo aveva dichiarato fedeltà allo Stato islamico (ex Isil o Isis) e aveva diffuso il video della decapitazione di Gourdel pochi giorni dopo avere avanzato alla Francia la richiesta, che non fu rispettata, di porre fine agli attacchi aerei contro lo Stato islamico. L'esercito algerino ha portato avanti un'operazione massiccia per trovare il gruppo responsabile del rapimento e ha fatto sapere che altri due membri erano stati uccisi nei mesi scorsi.

Un funzionario locale della sicurezza riferisce che l'esercito si era messo sulle tracce di Gouri da tempo e un mese fa lo aveva quasi catturato. "Questa volta i servizi di intelligence hanno avuto informazioni che stava venendo per fare visita ai genitori, così hanno teso un agguato", ha detto la fonte parlando a condizione dell'anonimato. Gouri è un ex comandante di al-Qaeda, che ha settembre ha lasciato il gruppo prestando fede all'Isil. Mentre al-Qaeda è attivo nel deserto nel profondo sud dell'Algeria, le sue attività sui mondi del nord del Paese sono limitate solo a occasionali attacchi contro i soldati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata