Al via vertice Asem a Milano. Li Keqiang: Tutela proprietà intellettuale. Renzi: Investire a Pechino

Milano, 16 ott. (LaPresse) - Oggi e domani a Milano va in scena il vertice euroasiatico con 53 capi di Stato , di governo e leader europei. Il capoluogo regionale lombardo è blindato per l'appuntamento mondiale che riunisce 2mila ospiti di 56 delegazioni. Il vertice è stato creato nel 1996 a Bangkok, e nasce con l'obiettivo di aumentare il dialogo tra Asia ed Europa a livello economico.

Quello milanese è il primo Asem Forum che si svolge in Italia. Vari eventi sono stati organizzati per questi giorni, durante i quali le misure di sicurezza sono state portate ai massimi livelli. Il vertice è stato creato nel 1996 a Bangkok, e nasce con l'obiettivo di aumentare il dialogo tra Asia ed Europa a livello economico. Quello milanese è il primo Asem Forum che si svolge in Italia. Vari eventi sono stati organizzati per questi giorni, durante i quali le misure di sicurezza sono state portate ai massimi livelli.

PREMIER LI KEQIANG: TUTELARE PROPRIETA' INTELLETTUALE - "Dobbiamo tutelare i diritti della proprietà intellettuale. Solo così possiamo portare avanti la collaborazione" tra Italia e Cina. Lo ha detto il premier Li Keqiang nel corso di un incontro sull'innovazione al Politecnico di Milano al quale ha partecipato anche il premier Matteo Renzi. "I due paesi devono lavorare fianco a fianco per avere più idee - ha aggiunto - dobbiamo integrare innovazione e creatività".

Il premier cinese si è poi rivolto ai circa mille studenti cinesi che studiano nell'ateneo milanese, sottolineando che sono "molto fortunati a poter studiare qui, università prestigiosa, integrando idee cinesi e quelle italiane, potete avere più creatività. L'innovazione tecnologica, non è solo quella proveniente dalle conoscenze scientifiche ma dalla creatività e dalle idee. La collaborazione tra i paesi- ha concluso - potrà essere più dinamica grazie alle vostre idee".

RENZI: INVESTIRE DI PIU' IN PARTNERSHIP CON CINA -"Bisogna investire di più in una partnership più forte con i nostri amici cinesi e bisogna essere più aperti". È questo il messaggio che il premier Matteo Renzi ha voluto lanciare nel corso del suo intervento al 'Fith Italy China Innovation Forum' al Politecnico di Milano. All'incontro hanno partecipato anche il premier cinese Li Kequiang, il ministro dell'istruzione e Università Stefania Giannini, il governatore lombardo Roberto Maroni, il prefetto Francesco Paolo Tronca. Renzi ha poi ricordato che quest'anno ricorre il decennale del "partenariato strategico tra Italia e Cina" e che a Roma sono stato recentemente firmati altri 20 accordi commerciali. "Al di là degli aspetti economici, che pure sono importanti, che c'è qualcosa che ci unisce - ha aggiunto Renzi - che è il desiderio di tenere questo grande passato unito ad una prospettiva di futuro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata