Al via il Ramadan per 1,7 miliardi di musulmani
In alcuni Paesi parte oggi il mese del digiuno, in altri inizia domani

Inizia oggi il mese sacro del Ramadan nella maggioranza dei Paesi in cui si professa l'islam, mentre in altri invece scatterà domani. La ricorrenza interessa 1,7 miliardi di fedeli nel mondo, circa il 22% della popolazione globale. Si inizia oggi in Arabia Saudita, Egitto, Iraq, Siria, Giordania, Sudan, Yemen, Qatar, Bahrain, Kuwait, ed Emirati Arabi Uniti. Ma anche in Tunisia e Marocco. Domani invece in Iran, a maggioranza sciita, e in Oman, dove la maggioranza è ibadita, una branca dell'islam molto vicina agli sciiti. Particolare il caso del Libano: i sunniti cominciano oggi, come ha annunciato il muftì Abdel Latif Derian; così anche i seguaci dell'ulema sciita Mohamad Husein Fadlala; ma i seguaci del gruppo sciita libanese Hezbollah seguiranno l'annuncio dell'Iran e inizieranno domani. Il Ramadan è un mese di grande importanza e simbolismo per i musulmani, in cui i credenti si astengono da cibo, bevande, fumo e rapporti sessuali dall'alba al tramonto. Secondo la tradizione islamica, questo è stato il mese in cui il profeta Maometto ha cominciato a ricevere la rivelazione del libro sacro, il Corano. Il compimento del digiuno è uno dei cinque pilastri dell'islam e, stando alle norme religiose, ne sono esenti solo le donne incinte o con le mestruazioni, i malati, i bambini e i viaggiatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata