Afghanistan, razzo contro un blindato italiano. Nessun ferito

Il mezzo (un "Lince") era di pattuglia nella zona di Herat. L'Rpg anticarro non ha colpito il blindato ed è esploso poco distante

Un razzo Rpg è stato sparato contro un blindato militare italiano vicino a Herat, in Afghanistan, mentre erano in corso attività di addestramento. Non ci sono feriti, il mezzo non è stato colpito. "Nessun allarme, i nostri militari stanno bene e in sicurezza", hanno riferito fonti della Difesa. Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, da stamani è in contatto con il comando italiano in Afghanistan.

I fatti: alle 11 circa (ora locale afghana) durante le normali attività di 'advising ed assistance' da parte dei militari italiani impiegati nella zona di Herat a favore delle forze di sicurezza afghane, un mezzo Lince è stato oggetto del lancio di un razzo anticarro. Lo si legge in un comunicato della Difesa. Il razzo non ha colpito direttamente il mezzo, esplodendo nelle vicinanze dello stesso, provocando leggeri danni. I militari italiani hanno eseguito le operazioni di messa in sicurezza per il rientro in base. Non ci sono feriti tra i militari italiani.

 "Ai militari italiani in Afghanistan, al lavoro per la pace, giunga la nostra solidarietà e il nostro sostegno per l'attacco subito. Siamo certi che sapranno reagire con professionalità e attaccamento alla divisa e agli alti principi cui ispirano la loro missione. L'attacco subito oggi, per fortuna senza conseguenze, dimostra quanto sia ancora necessaria la loro attività in quei territori". Lo dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato.

 "Un pensiero e un abbraccio ai nostri militari in #Afghanistan e a tutte le donne e gli uomini in divisa impegnati ad assicurare pace e sicurezza in Italia e nel mondo". Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, su Twitter dopo l'attacco di questa mattina a un convoglio italiano in Afghanistan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata