Afghanistan, rapporto Onu: Torture in 47 prigioni gestite da polizia

Kabul (Afghanistan), 10 ott. (LaPresse/AP) - I prigionieri di alcune strutture detentive afghane sono stati picchiati e torturati. È ciò che emerge da un rapporto delle Nazioni unite in Afghanistan, in cui si precisa però che i maltrattamenti non sono il risultato di una politica del governo. Il rapporto di 74 pagine, pubblicato oggi, mostra che in 47 prigioni gestite dalla polizia nazionale afghana e dal direttorato per la Sicurezza sono state usate tecniche di interrogatorio che, in base alle leggi internazionali e a quelle afghane, corrispondono a tortura. I ministri della sicurezza di Kabul hanno aiutato nell'indagine e, subito dopo averne appreso i risultati, hanno preso delle misure per fermare gli abusi. Il mese scorso la Nato aveva interrotto i trasferimenti di prigionieri verso 16 delle strutture elencate nel rapporto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata