Afghanistan, raid Nato nella notte, polizia: Uccisi 2 civili

Kabul (Afghanistan), 6 giu. (LaPresse/AP) - Una donna e un bambino sono morti in un attacco notturno lanciato dai soldati della Nato nell'est dell'Afghanistan. È la denuncia della polizia locale, secondo cui il raid è avvenuto prima dell'alba nel distretto di Baraki Barak, nella provincia di Logar.

Il portavoce dell'Alleanza atlantica, il maggiore Martyn Crighton, tuttavia respinge le accuse, sostenendo che nessun civile sia rimasto ucciso nell'attacco, a cui hanno partecipato sia truppe internazionali che afghane. La Nato ha aggiunto che i militanti hanno aperto il fuoco sui soldati mentre questi tentavano di catturare un leader talebano. A quel punto, ha spiegato il portavoce, i militari hanno chiesto l'intervento di un aereo militare. Secondo l'Alleanza, nell'operazione sono rimaste ferite due donne, portate in una base militare per ricevere cure.

Il capo della polizia della provincia di Logar, il generale Ghulam Sakhi Roogh Lawanay, riferisce invece che nell'attacco hanno perso la vita due civili e 12 militanti, tra cui il comandante talebano locale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata