Afghanistan, attacco suicida a Jalalabad in secondo giorno visita Kerry

Kabul (Afghanistan), 26 mar. (LaPresse/AP) - Otto attentatori suicidi hanno attaccato la sede della polizia nella città orientale di Jalalabad, in Afghanistan, uccidendo cinque ufficiali e federendone altri quattro. L'attacco è iniziato quando un'auto carica di esplosivo, guidata da un insorto, è stata fatta esplodere davanti alla sede della Forza di reazione rapida di Jalalabad, capitale della provincia di Nangarhar, che si trova a circa 120 chilometri a est di Kabul. Nel frattempo altri sette attentatori che indossavano cinture esplosive hanno assalito il complesso. Tre si sono fatti saltare in aria dentro il compound, mentre gli altri quattro sono stati uccisi dalla polizia nel corso di un conflitto a fuoco durato oltre un'ora. Come spiega il capo della polizia della provincia di Nangarhar, Mohammad Sharif Amin, uno degli insorti indossava una uniforme simile a quella dei soldati Nato. Il portavoce dei talebani, Zabiullah Mujahid, ha già rivendicato la responsabilità.

L'attacco è avvenuto nel secondo giorno della visita in Afghanistan del segretario di Stato Usa John Kerry che questa mattina ha nuovamente incontrato il presidente Hamid Karzai. Tra gli altri incontri di oggi del rappresentante dell'amministrazione Obama, anche quello con i partecipanti a un programma di imprenditoria femminile sostenuto dagli Usa. Il segretario di Stato era arrivato ieri nel Paese per una visita non annunciata e si è confrontato con Karzai anche sulle dure accuse da lui lanciate di una collaborazione tra Usa e talebani per mantenere instabilità nel Paese. Dopo un incontro privato, Kerry ha fatto sapere di aver parlato con il presidente dei suoi commenti, e di aver ricevuto una risposta molto soddisfacente.

Gli attacchi come quello di questa mattina si sono moltiplicati negli ultimi mesi. Il 14 marzo i servizi di intelligence afghani avevano sequestrato un camion che trasportava otto tonnellate di esplosivi nella periferia est di Kabul. Nel raid hanno ucciso cinque sospetti attentatori suicidi, e arrestati altri due. Sembra che il mezzo dovesse essere usato per colpire una struttura della Nato nella capitale e che sia stato utilizzato dalla rete Haqqani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata