Aereo Egyptair dirottato a Cipro: liberati passeggeri tra cui italiano
Il dirottatore del volo arrestato è egiziano e chiede asilo politico: non è atto terroristico. Rilasciati anche membri dell'equipaggio

Si è concluso con la liberazione di tutti gli ostaggi il dirottamento di un aereo Egyptair a Cipro, mentre a una settimana esatta dagli attentati del 22 marzo a Bruxelles le autorità hanno escluso un movente terroristico. Resta però non chiaro che cosa abbia spinto ad agire il dirottatore, un egiziano che si è poi consegnato alla polizia ed è stato arrestato. Aveva minacciato di far esplodere la propria cintura esplosiva, che si è poi rivelata falsa. "Non è qualcosa che abbia a che fare con il terrorismo", ha detto il presidente cipriota, Nicos Anastasiades, mentre un funzionario del governo si è lasciato andare all'affermazione: "Non è un terrorista, è un idiota. I terroristi sono pazzi ma non sono stupidi, questo tipo lo è". In ogni caso, il sequestro dell'aereo rischia di essere un nuovo colpo per il settore turistico egiziano, già danneggiato dal caos politico dopo le rivolte del 2011 e poi dallo schianto di un aereo passeggeri russo nel Sinai.

Il velivolo, un Airbus 320, era partito alle 7.20 da Alessandria d'Egitto e aveva come destinazione Il Cairo. A bordo 81 persone, di cui 15 membri dell'equipaggio e 21 stranieri tra cui un italiano, otto americani, quattro olandesi, quattro britannici, due belgi, un francese e un siriano. A lanciare l'allarme è stato il pilota, che ha parlato di una persona che sosteneva di avere indosso una "cintura esplosiva". L'atterraggio è poi avvenuto all'aeroporto di Larnaca, a Cipro, in una zona isolata delle piste. Ci sono volute ore, prima che gli ostaggi fossero rilasciati e tutto avesse fine, intorno alle 14. Dapprima, il dirottatore ha lasciato uscire donne e bambini, poi tutti gli altri passeggeri: ha trattenuto a bordo quattro stranieri, fra cui un uomo italiano, e cinque membri dell'equipaggio. A confermare la presenza a bordo del connazionale è stata la Farnesina. Intorno alle 14, dopo aver rilasciato gli ostaggi restanti il dirottatore si è consegnato alle autorità, uscendo a braccia alzate dall'aereo. È stato arrestato e le autorità egiziane hanno annunciato l'intenzione di interrogarlo.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata