Interrogato un uomo tedesco. Il sindaco: "Folle attacco omicida". Autorità: "Nessuna prova di movente politico"

Un’auto ha investito diverse persone in una zona pedonale nella città tedesca di Treviri. Cinque persone sono morte e diverse altre sono rimaste ferite, circa una trentina. Le vittime sono un bambino di 9 mesi, tre donne di 73, 25 e 52 anni, e un uomo di 45 anni. Il sindaco Wolfram Leibe parla di “folle attacco omicida”.”E’ stato orribile. Era uno spettacolo di orrore. C’è una scarpa da ginnastica lì… la ragazzina che la indossava è morta”, ha affermato ai microfoni di n-tv.

La polizia riferisce di aver fermato il guidatore della vettura, un 51enne residente in zona, di nazionalità tedesca, ma non è ancora chiara la natura dell’incidente, come precisano le forze dell’ordine della città della Renania-Palatinato. Al momento però le autorità tedesche non hanno prove che il motivo dell’incidente sia di matrice politica. L’uomo al volante dell’auto potrebbe avere disturbi psichici. Ci sono indicazioni di una malattia psichiatrica, ha detto il procuratore capo Peter Fritzen. Un medico aveva esaminato l’uomo e probabilmente sarà commissionata una perizia psichiatrica.

Un testimone citato dal giornale locale Trierischer Volksfreund parla di una Land Rover che ha percorso la via ad alta velocità, travolgendo i presenti. La governatrice del Lander della Renania Palatinato,  Malu Dreyer, è attesa oggi stesso a Treviri e si è detta “sconvolta” di quanto accaduto.

Il portavoce della cancelliera Angela Merkel, Steffen Seibert, ha scritto su Twitter che quello che è successo a Treviri è “sconvolgente”. “Il pensiero va ai parenti delle vittime, ai numerosi feriti e a tutti coloro che attualmente stanno soccorrendo le persone colpite”, aggiunge Seibert.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata