(LaPresse) Il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso del discorso alla nazione in risposta al movimento di contestazione dei gilet gialli, ha annunciato un aumento del salario minimo mensile di 100 euro a partire dal 2019, precisando che non costerà "un centesimo" ai datori di lavoro. Macron ha inoltre spiegato che gli straordinari a partire dal prossimo anno saranno esentati dalla tassazione chiedendo poi agli imprenditori francesi di versare un bonus ai lavoratori entro la fine dell'anno, precisando che nemmeno questo bonus verrà tassato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata