La Commissione europea prevede che l'economia dell'Eurozona stia crescendo con il ritmo più veloce in un decennio, con una crescita attesa del prodotto interno lordo (PIL) del 2,2 percento. L'Italia "è sulla buona strada" ma il paese deve "continuare gli sforzi per risanare e rafforzare le strutture economiche" ha detto Pierre Moscovici, il commissario agli Affari economici e finanziari dell'Unione europea. Buone notizie anche sul fronte disoccupazione nell'area euro il tasso continuerà a diminuire, con percentuali previste rispettivamente del 9,1 - 8,5 e 7,9 per cento nel triennio 2017- 2019.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata