Sono stati arrestati il vicepresidente Oriol Junqueras e sette ex ministri del governo catalano destituito da Madrid per i quali la Procura spagnola aveva chiesto l’arresto. Sono tutti accusati di ribellione, sedizione e malversazione; rischiano fino a 30 anni di carcere. Chiesto anche un mandato di arresto europeo per Carles Puigdemont, che si trova a Bruxelles e ha attaccato l’arresto. “Il governo legittimo della Catalogna è in carcere per le sue idee”, ha dichiarato l'ex presidente catalano con un tweet. Migliaia di persone in piazza in tutte le città catalane per denunciare gli arresti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata