Nove corpi di persone, in parte mutilati, sono stati scoperti dalla polizia giapponese in un'abitazione alla periferia di Tokyo in seguito a una perquisizione scattata dopo la sparizione di una ragazza di 23 anni. Aveva scambiato alcuni messaggi online con il proprietario della casa, esprimendo la volontà di suicidarsi insieme a lui. L'uomo, un 27enne, è stato fermato e interrogato. Avrebbe confessato gli omicidi, spiegando di aver smembrato i cadaveri e nascosto i resti dentro contenitori refrigerati per nascondere le prove. La polizia sospetta che tra le vittime ci sia anche la ragazza scomparsa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,