Le autorità di Marawi hanno iniziato la costruzione di case provvisorie per gli abitanti rimasti sfollati a causa del lungo assedio per liberare la città dallo Stato islamico. Molti di questi alloggi di fortuna verranno edificati entro tre mesi in periferia e saranno dotati dei servizi essenziali come bagno e cucina. Precedenza alle persone le cui abitazioni sono inutilizzabili o andate completamente distrutte. Al momento sono circa 5mila le famiglie che vivono all'interno delle tendopoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata