L’ex attaccante del Milan, George Weah, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo nel 2002 ha deciso di dedicarsi alla politica del suo paese: la Liberia. Persi i ballottaggi per la presidenza del 2005 e dopo la sconfitta da candidato alla vicepresidenza nel 2011, l’ex Pallone d’oro ci riprova. Oggi tenta di nuovo la scalata alla presidenza con il suo Congresso per il Cambiamento Democratico (CCD) promettendo istruzione gratuita e un’accelerazione nella creazione di occupazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata