La Svezia simula di ricevere un attacco da Est, sull'isola baltica di Gotland. Mercoledì il Paese scandinavo, storicamente neutrale, ha lanciato Aurora, la più grande operazione militare degli ultimi due decenni. L'esercitazione ha il supporto delle nazioni Nato e mobilita 19.000 soldati, di cui 1.500 provenienti da paesi aderenti al Patto atlantico. Dopo anni di tagli alle spese militari, la Svezia è così tornata a occuparsi della difesa, con ogni probabilità preoccupata dalle manovre russe sul lato opposto del Mar Baltico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: