A Luxor, in Egitto, è stata scoperta una tomba risalente a circa 3.500 anni fa, al periodo della XVIII dinastia – secondo la cronologia di Manetone – conosciuto come il “Nuovo Regno”. Lo ha reso noto il ministro delle Antichità, Khaled El-Enany, durante una cerimonia nel sito della necropoli di Draa Abul Naga. All’interno del sarcofago, scoperto durante alcuni scavi lungo la sponda occidentale del Nilo, sono state rinvenute alcune mummie, tra cui quelle di una madre e dei suoi due figli. Portata alla luce anche una statua che ritrae il proprietario Amenemhat e sua moglie, oltre a manufatti che risalirebbero alla XXI e XXII dinastia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: