Trump e Merkel diserteranno le conferenze stampa finali

I leader dei sette Paesi più industrializzati, riuniti a Taormina, avrebbero trovato un accordo per quanto riguarda la lotta al protezionismo. Secondo quanto trapelato da fonti diplomatiche, infatti, ci sarebbe un passaggio sulla "lotta al protezionismo" nel documento finale del G7, approvato anche da Washington. 

Sul clima, invece, sarebbe stata superata la minaccia di chiudere il vertice con due dichiarazioni distinte. La soluzione? Gli altri sei Paesi partner sarebbero disponibili a lasciare più tempo agli Usa per prendere una decisione sull’accordo di Parigi. 

 I leader del G7 stanno anche discutendo se inserire la possibilità di 'ulteriori sanzioni' contro la Russia per l'annessione della Crimea nella dichiarazione finale del vertice in corso a Taormina. Secondo fonti presenti al summit, i leader stanno vagliando l'ipotesi di inserire nel documento finale la possibilità di nuove azioni contro Mosca se non rispetterà gli accordo di Minsk sul conflitto nell'est dell'Ucraina. Sulla necessità di non levare le sanzioni a Mosca ci sarebbe quindi anche l'accodo degli Usa.

Capitolo chiuso invece sulla questione dei migranti, dove il testo che unisce la necessità della sicurezza a quella delle gestione dei flussi migratori nel rispetto delle leggi internazionali, soddisfa i leader riuniti a Taormina. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: