Parigi (Francia), 8 dic. (LaPresse/EFE) – Le lacrime sul volto, i fiori in mano. Gli Eagles of Death Metal sono tornati al Bataclan a quasi un mese dal massacro di Parigi e hanno deposto dei fiori davanti al locale. La band statunitense stava suonando al Bataclan quando lo scorso 13 novembre tre kamikaze vi hanno fatto irruzione uccidendo 89 persone. Ieri sera il gruppo californiano di Jesse Hughes e Josh Homme era tornato a esibirsi a Parigi per la prima volta dopo l’attacco, salendo sul palco dell’AccorHotels Arena invitato dagli U2. Sono stati proprio gli Eagles of Death Metal a chiudere il concerto della band irlandese, con la quale hanno interpretato il successo di Patti Smith ‘People have the power’ davanti a un pubblico di circa 16mila persone. Dopo questa esibizione insieme, gli U2 hanno ceduto il palco agli Eagles of Death Metal perché suonassero dei pezzi propri.

“Grazie Parigi, ti amiamo. E grazie U2 per darci questa opportunità”, ha detto sul palco il leader del gruppo, Jesse Hughes, che era vestito di bianco. È previsto che la band californiana riprenda a febbraio il tour europeo che ha deciso di interrompere dopo gli attacchi di Parigi. In alcune interviste concesse questa settimana, gli Eagles of Death Metal hanno espresso il desiderio di essere i primi a esibirsi al Bataclan quando la sala concerti riaprirà. I proprietari sperano che la riapertura del locale sia possibile entro la fine del 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: