Copenhagen (Danimarca), 11 set. (LaPresse/EFE) – Il governo danese ha ribadito che non aderirà al sistema di quote obbligatorie proposto dalla Commissione europea per accogliere i migranti. Copenhagen non è obbligata a partecipare, perché gode di una eccezione alla politica comunitaria in materia di Giustizia e Interno, così come Regno Unito e Irlanda. “Non accoglieremo nessuno dei 160mila richiedenti asilo che saranno ripartiti lunedì”, ha detto la ministra dell’Integrazione Inger Støjbjerg. Nell’anno trascorso, ha aggiunto, la Danimarca è stata il quinto Paese per numero di rifugiati accolti pro capite e il secondo se si considerano solo i siriani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata