Parigi (Francia), 30 ago. (LaPresse/Reuters) – Il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, accusa i Paesi dell’est d’Europa, e in particolare l’Ungheria, definendo “scandalosa” la politica condotta nei confronti dei rifugiati, e affermando che va contro i valori dell’Unione europea. Parlando della crisi migratoria ai microfoni della radio Europe 1, Fabius ha detto: “Ogni Paese deve rispondere a questo. Francia, Germania e altri lo fanno, ma poi vedo certi Paesi che non accettano questi gruppi, lo trovo scandaloso” e “in particolare i Paesi dell’Europa dell’est. Sono estremamente duri”.

“L’Ungheria fa parte dell’Europa, che ha dei valori, e noi non rispettiamo quei valori issando recinzioni”, ha proseguito Fabius. L’Ungheria, che fa parte dell’area Schengen, sta costruendo un muro lungo il confine con la Serbia per contenere l’accesso di migranti, che definisce una minaccia a sicurezza, prosperità e identità europee.

Fonte Reuters – Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata