Gerusalemme, 25 lug. (LaPresse) – A seguito della morte di due manifestanti durante la marcia di protesta da Ramallah a Qalandia avvenuta ieri, Fatah e altre fazioni palestinesi hanno dichiarato la giornata di oggi “un giorno di rabbia a sostegno di Gaza, sanguinante e assediata” e hanno chiesto di continuare le proteste popolari in Cisgiordania. Lo riporta Haaretz. Il presidente dell’autorit√† palestinese Mahmoud Abbas, che si trova attualmente ad Amman, non ha espresso la sua opinione sulla continuazione delle proteste in Cisgiordania, ma ha chiesto ai palestinesi di recarsi in massa a donare il sangue per aiutare i feriti nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania. Abbas ha anche detto che sta seguendo gli sviluppi in ogni campo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata