Beirut (Libano), 7 mag. (LaPresse/AP) – È iniziata l’evacuazione dei ribelli dagli ultimi quartieri della città siriana di Homs controllati ancora dall’opposizione. Lo riferiscono attivisti locali.

Decine di ribelli, hanno riferito attivisti, sono saliti a bordo di cinque bus arrivati stamattina nella stazione di polizia nel centro di Homs, controllato dall’esercito. Un attivista locale, Abu Yassin al-Homsi, ha fatto sapere che fino a 1.200 combattenti dovrebbero lasciare oggi la città, consegnandone il controllo alle forze del presidente Bashar Assad. L’evacuazione dei combattenti dell’opposizione è stata resa possibile da un accordo sul cessate il fuoco raggiunto la scorsa settimana con le forze governative. In cambio dell’evacuazione, ha riferito al-Homsi, i ribelli permetteranno la consegna di aiuti in due villaggi pro governativi nel nord del Paese, assediati dalle forze dell’opposizione. La notizia è stata confermata dall’Osservatorio siriano per i diritti umani. I ribelli nei quartieri centrali di Homs sono stati assediati dalle truppe del regime da più di un anno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata