Washington (Usa), 8 ago. (LaPresse/AP) – La Grecia deve bilanciare austerità e crescita per riprendersi dalla crisi finanziaria. Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama incontrando il primo ministro greco Antonis Samaras nello Studio ovale della Casa Bianca. Samaras, ha detto Obama, si è detto d’accordo sul fatto che Atene deve anche trovare il modo di far crescere la sua economia e creare posti di lavoro. Il presidente americano ha quindi lodato il leader di Nuova democrazia per aver intrapreso passi coraggiosi per ridurre il debito pubblico. Il popolo greco, ha detto ancora Obama, ha bisogno di “vedere una luce alla fine del tunnel. Sappiamo dalla storia che quei Paesi che crescono, quei Paesi dove l’occupazione è alta e il popolo aumenta la sua produttività” riducono più facilmente il “proprio debito” rispetto a “quei Paesi dove la gente si sente senza speranza”.

Dal canto suo Samaras ha sottolineato i sacrifici affrontati dai cittadini greci che, ha detto, “non saranno vani”. “L’enfasi – ha quindi aggiunto – deve essere sulla crescita e sulla creazione di posti di lavoro, soprattutto per i giovani”. Proprio oggi il governo di Atene ha diffuso i nuovi dati sulla disoccupazione, da cui emerge che il tasso ha toccato il livello record a maggio con il 27,6%. Peggio ancora tra i giovani dove, ha sottolineato Samaras, si registra un livello del 60%. Se e quando la Grecia riuscirà a superare la sua sfida economica, ha proseguito il premier, sarà un successo dell’Europa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata