Danbury (Connecticut, Usa), 8 lug. (LaPresse/AP) – Primo giorno di carcere per Lauryn Hill, che sconta tre mesi di carcere per l’evasione di circa un milione di dollari di tasse nello scorso decennio. La cantante, moglie di Rohan Marley figlio di Bob Marley da cui ha sei figli, è entrata oggi nella prigione federale di Danbury, in Connecticut, ha fatto sapere il portavoce dell’autorità carceraria Usa Ed Ross. Sconterà la pena nel carcere femminile di minima sicurezza, dove le detenute vivono in camerate comuni e svolgono quotidianamente lavori di manutenzione, servizi alimentari e cura del verde. Quando sarà rilasciata, sarà in libertà sulla parola per un anno, nei primi tre mesi ai domiciliari.

La cantante, la cui carriera è iniziata con i Fugees a inizio anni ’90 ed è proseguita nel 1998 con ‘The Miseducation of Lauryn Hill’ premiato con 5 Grammy awards nel 1999, si è dichiarata colpevole lo scorso anno di non aver pagato le tasse in New Jersey su oltre 1,8 milioni di dollari guadagnati tra il 2005 e il 2007. La sentenza è stata pronunciata valutando anche tasse federali e Statali del 2008 e del 2009, che hanno portato il guadagno totale a 2,3 milioni di dollari. Il suo legale aveva chiesto la libertà condizionale, citando a sostegno della domanda la beneficenza fatta dell’artista, le sue circostanze familiari e il rimborso delle tasse non pagate. La cantante durante il processo di maggio aveva raccontato di non avere versato il denaro in un periodo in cui aveva lasciato la musica per proteggere sé e i sei figli da uno star system che giudica sbagliato e dannoso. La procuratrice Sandra Moser aveva però definito le sue affermazioni “una sfilata di scuse” che non cancella le sue responsabilità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata