Leidschendam (Olanda), 30 mag. (LaPresse/AP) – Il Tribunale speciale per la Sierra Leone ha condannato a 50 anni l’ex presidente della Liberia Charles Taylor, per le violenze della guerra civile in Sierra Leone. Già lo scorso mese il Tribunale aveva riconosciuto Taylor colpevole di 11 capi d’accusa, per aiuto e favoreggiamento dei ribelli durante la guerra terminata nel 2002 e che ha provocato la morte di oltre 50mila persone. I crimini di Taylor, ha dichiarato il presidente della Corte, Richard Lussick, sono stati “della peggiore gravità in termini di ampiezza e brutalità”. Il 64enne ex presidente liberiano è il primo ex capo di Stato ad essere condannato da una corte internazionale per crimini di guerra dalla seconda guerra mondiale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata