11 settembre, autorità pakistane vietano visite a compound Bin Laden

Islamabad (Pakistan), 9 set. (LaPresse/AP) - In vista del decimo anniversario dell'11 settembre, il governo del Pakistan sta vietando a chiunque, compresi diplomatici e giornalisti stranieri, di avvicinarsi al compound di Abbottabad dove è stato ucciso Osama bin Laden. L'ufficiale di polizia Mohammed Arif ha riferito inoltre che diversi visitatori stranieri, tra cui un diplomatico danese e due giornalisti francesi, sono stati trattenuti per breve tempo in un carcere di Abbottabad questa settimana e poi rilasciati. In seguito hanno ricevuto il permesso di tornare alla capitale, Islamabad. Al momento, però, non sono arrivate istruzioni ufficiali alle organizzazioni dei media dal governo su eventuali divieti di recarsi al complesso.

Gli stranieri in visita in Pakistan sono stati soggetti a maggiori controlli di sicurezza dal raid del 2 maggio delle forze speciali statunitensi in cui è stato ucciso l'ex capo di al-Qaeda. L'operazione ha scatenato domande imbarazzanti in Pakistan su come la Cia sia riuscita a trovare il nascondiglio di Bin Laden all'oscuro delle autorità di Islamabad.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata