11/9, paura per nuovi attacchi

Washington (Usa), 9 set. (LaPresse/AP) - A ridosso del decimo anniversario dell'attentati dell'11 settembre, scatta la minaccia terroristica per New York e Washington. Le autorità statunitensi dicono di essere venute infatti a conoscenza di un rischio che definiscono "specifico, credibile, ma non confermato". Lo rende noto il portavoce del dipartimento di Sicurezza interna, Matt Chandler. La minaccia, attribuita ad al-Qaeda, consisterebbe nel possibile utilizzo di un'autobomba contro ponti o tunnel della due città statunitensi. Le misure di sicurezza in tutto il Paese sono state aumentate nelle ultime settimane, soprattutto dopo che sono emerse informazioni su possibili nuovi attentati in Usa, raccolte nel bunker di Abbottabad dove a maggio fu ucciso Osama bin Laden.

"Prendiamo molto seriamente tutte le notizie di minacce. Continuiamo a chiedere alla popolazione di rimanere vigile come noi faremo nel fine settimana". Così ha commentato il sindaco di New York Michael Bloomberg, in conferenza stampa. Intanto il Nypd dispiegherà ulteriori risorse nella città per garantire la sicurezza. Il commissario Raymond Kelly annuncia che in vista di domenica saranno aumentati i pattugliamenti e rimosse le automobili parcheggiate. Per le strade ci sarà un maggior numero di cani poliziotto e aumenterà l'attenzione su ponti, tunnel e altre infrastrutture.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata