Wp: Trump minacciò Ue tariffe su auto senza accusa formale a Iran

Milano, 15 gen. (LaPresse) - Una settimana prima che Germania, Francia e Gran Bretagna accusassero formalmente l'Iran di aver violato l'accordo nucleare del 2015, l'amministrazione Trump aveva minacciato segretamente gli europei che avrebbe imposto dazi doganali del 25% sulle auto importate dall'Ue se non avessero accusato Teheran. Lo scrive il Washington Post, che cita alcuni funzionari europei vicini alla vicenda. Entro pochi giorni, i tre paesi avrebbero poi accusato formalmente l'Iran di violare l'accordo, innescando una serie di reazioni che potrebbe riportare alle sanzioni delle Nazioni Unite contro Teheran e cancellare gli ultimi punti rimasti in piedi dell'accordo dell'era Obama. Secondo uno dei funzionari europei che ha parlato con il Washington Post la mossa è paragonabile a una "estorsione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata