Whirlpool, Fiom: Registrati passi avanti, ma ancora non ci siamo

Milano, 12 giu. (LaPresse) - "Si è tenuto nel tardo pomeriggio di oggi al ministero dello Sviluppo economico il tavolo di crisi sulla situazione dello stabilimento Whirlpool di Napoli, con la presenza del ministro Di Maio, della delegazione aziendale guidata dall'amministratore delegato La Morgia, delle organizzazioni sindacali nazionali e territoriali di Fim, Fiom, Uilm e i delegati di fabbrica. In presidio davanti al Mise sono arrivati 400 lavoratori dello stabilimento di Napoli e un centinaio dell'indotto". Lo dichiarano in una nota congiunta Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom, e Rosario Rappa, segretario generale della Fiom di Napoli. "Ancora non ci siamo - commentano -. Oggi abbiamo registrato passi in avanti dell'azienda, grazie all'unità dei lavoratori e alla compattezza delle Istituzioni, ma la strada è ancora lunga. Whirlpool, dopo aver esordito asserendo di non essere oggi in condizioni di parlare di soluzioni, a seguito dell'atto compiuto ieri dal governo, ha fatto un passo indietro, rendendosi disponibile a entrare nel merito del confronto per cercare soluzioni condivise a partire dalla settimana prossima".(Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata