Whirlpool, Fim Cisl: Piano senza esuberi strutturali per Carinaro

Roma, 23 giu. (LaPresse) - Il nuovo piano industriale di Whirlpool prevede 513 milioni di euro di investimenti in Italia, più 30 milioni già partiti, e conferma che non sarà chiuso lo stabilimento di Carinaro, in provincia di Caserta, dove sarà concentrata tutta l'attività dell'area Emea di componentistica. Lo annuncia in una nota il segretario generale Fim-Cisl, Marco Bentivogli, a seguito dell'incontro di oggi al Ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza Whirlpool. Inoltre, prosegue Bentivogli, sono previsti il rientro di 650.000 pezzi da Turchia, Cina e Polonia, e la conferma dell'Italia come "centro di eccellenza" dell'area Emea dove saranno concentrati il 75% degli investimenti di ricerca e sviluppo pari a 90 milioni annui.

LA NUOVA MISSION: NESSUN ESUBERO- Per quanto riguarda lo stabilimento campano di Caninaro, la nuova 'mission' occuperà tutti i 40.000 metri quadrati dello stabilimento e, in partenza, 320 lavoratori su 18 turni (3 turni di 6 ore a 5 squadre dal lunedì al sabato) con "forti possibilità di crescita - afferma il sindacalista - una concentrazione che non genererà esuberi negli altri siti". Per Teverola si investiranno 2 milioni di euro per attività di scouting già avviate di nuove attività di reindustrializazione. "La Fim Cisl ha chiesto di incrementare gli incentivi proposti nel precedente incontro e di maggiori garanzie sulla cessione di None e il trasferimento di Albacina a Melano", conclude Bentivogli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata