Volkswagen, procura tedesca conferma nuova indagine per evasione

Amburgo (Germania), 24 nov. (LaPresse/Reuters) - I procuratori di Braunschweig hanno confermato di aver aperto un'indagine contro Volkswagen, questa volta per evasione fiscale. Si tratta della seconda inchiesta della procura, con sede vicino alla sede centrale di Vw a Wolfsburg, legata allo scandalo delle emissioni inquinanti truccate. I procuratori hanno confermato l'indiscrezione di alcuni media tedeschi, che avevano parlato di 5 indagati tra i dipendenti del gruppo Volkswagen.

Secondo un portavoce della procura il danno causato dall'evasione fiscale "non è piccolo". L'accusa si sta concentrando sulle tasse pagate dai proprietari di auto Volkswagen, che si basavano su un livello di emissioni sottostimato. La procura non ha escluso che il capo d'imputazione possa essere esteso alla frode fiscale.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata