Volkswagen, accordo Ue su test emissioni, prima nuova soglia nel 2019

Bruxelles (Belgio), 28 ott. (LaPresse) - Il comitato tecnico dei 28 Stati membri Ue ha votato "a larga maggioranza" il secondo pacchetto di misure per introdurre test sulle emissioni reali di guida (Rde) per i veicoli diesel. Lo annuncia una nota di Bruxelles. I nuovi test Rde avranno un valore vincolante per le omologazioni rilasciate dalle autorità nazionali da settembre 2019 per tutti i nuovi veicoli.

È prevista una seconda fase prima del pieno ingresso a regime dei nuovi limiti più bassi per le omologazioni, che varranno entro gennaio 2020 per tutti i nuovi modelli e un anno esatto più tardi su tutti i nuovi veicoli. La discrepanza media tra test di laboratorio e su strada dovrebbe scendere entro settembre 2017 al 110% dall'attuale 400%, per poi calare ancora nel 2020 al 50%.

"L'Unione europea è la prima e unica regione al mondo a decidere questi metodi di test così forti. E questa non è la fine della storia. Completeremo questo importante passo con una revisione del regolamento quadro relativo all'omologazione e alla vigilanza del mercato dei veicoli a motore", ha commentato la commissaria Ue, Elzbieta Bienkowska.

"Stiamo lavorando duramente per presentare una proposta per rafforzare il sistema di omologazione e rafforzare l'indipendenza dei controlli. Stiamo ascoltando le numerose opinioni espresse e le idee proposte, e ringrazio il Parlamento europeo, in particolare, per il suo prezioso contributo", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata