Usa, Pil +3,2% nel IV trimestre, ma nel 2013 rallenta al +1,9%

Washington (Usa), 30 gen. (LaPresse/AP) - Il Pil degli Stati Uniti è cresciuto a un tasso annualizzato del 3,2% nel quarto trimestre del 2013. Lo rileva il dipartimento del Commercio. Il risultato è sostenuto dal maggiore incremento della spesa dei consumatori in tre anni. Nel terzo trimestre il tasso di crescita dell'economia statunitense era stato pari al +4,1% e aveva beneficiato di un accumulo delle scorte aziendali.

Nel 2013 il Pil Usa è aumentato dell'1,9%, in rallentamento rispetto al +2,8% registrato nel 2012. La crescita statunitense nell'anno appena concluso è stata appesantita dall'aumento delle tasse federali e dai tagli alla spesa del governo. Tuttavia molti economisti si attendono per il 2014 un'accelerazione a oltre +3%, che sarebbe la miglior performance dalla recessione terminata a metà 2009.

AUMENTANO SUSSIDI DISOCCUPAZIONE. Intanto le domande per il sussidio di disoccupazione sono salite di 19 mila a 348 mila la scorsa settimana, registrando il livello più alto in circa un mese. Lo riferisce il dipartimento del Lavoro. La media delle ultime quattro settimane, considerata un rilevazione meno volatile, è aumentata di appena 750 a 333 mila. L'aumento segue tre settimane di fila di ribassi. Gli analisti si attendevano 330 mila richieste.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata